Cerca negozio:

10 trucchi per una stampa responsabile!

La stampa dei vostri documenti è importante, talvolta è essenziale.
È altrettanto importante però limitarla quando è possibile, o utilizzare semplici trucchi che possono fare la differenza per un risparmio in termini di carta, inchiostro, tempo ed energia. Affinché l'attenzione che mettete nella stampa dei vostri lavori sia alta tanto quanto il rispetto dell’ambiente in cui viviamo.

Ecco i consigli di Eco Store per una stampa responsabile:

  1. Tutto nasce dalla carta
    Utilizza, per quanto possibile, fogli di carta riciclata con una percentuale minima del 30% o superiore. Ti ricordiamo che la percentuale di riciclaggio può arrivare fino al 100%.
    Se puoi utilizza carta sbiancata senza cloro.

  2. Il riciclo fatto in casa
    Abituati a raccogliere i fogli utilizzati in un contenitore apposito per il riciclo della carta: in questo modo avrai, sempre a portata di mano, carta già stampata che potrai usare per le bozze di stampa o per documenti non ufficiali.

  3. Lunga vita alle cartucce...
    Per allungare la vita delle cartucce, utilizza la stampante almeno una volta alla settimana in modo che l’inchiostro non si asciughi sulle testine.
    Cartucce per stampanti con testina incorporata
    Se non usi la stampante per un lungo periodo è consigliabile almeno pulire periodicamente la testina delle cartucce con l’apposita salvietta e lo specifico liquido cleaning (nei negozi Eco Store puoi acquistare il pratico cleaning kit, ideato appositamente per situazioni come queste). In questo modo sia la cartuccia sia la stampante dureranno più a lungo e non sarai costretto a buttar via inutilmente le tue cartucce.

  4. ... e alla tua stampante!
    Per allungare la vita della tua stampante effettua una stampa almeno una volta alla settimana in modo che l’inchiostro non si asciughi sulle testine.
    Cartucce per stampanti solo serbatoio (per stampanti con testina incorporata)
    In questo caso per rimuovere i residui secchi d’inchiostro puoi utilizzare il “Ciclo di pulizia”; è una procedura eseguibile tramite il driver di stampa o il pannellino di controllo della stampante, comune a tutti i modelli a getto d’inchiostro, e consente di sbloccare le testine da eventuali residui di inchiostro secco.
    Si raccomanda di eseguire al massimo 5 cicli di pulizia alternati a una prova di stampa. 
    Se i cicli di pulizia non dovessero sortire effetto, per molti modelli di stampante si può utilizzare un prodotto specifico per questa situazione: la cartuccia Cleaning.  Questa cartuccia si inserisce direttamente nella stampante e consente di eseguire fino a 10 cicli di pulizia.
    Anche questo prodotto può essere richiesto nei punti vendita Eco Store.
    Per i modelli di stampante che lo consentono, consigliamo di utilizzare tutto l'inchiostro presente nel serbatoio delle cartucce, anche se il sistema avvisa che si stanno esaurendo.

  5. Il lato Eco delle cartucce
    Utilizzare cartucce e toner rigenerati o cartucce ricaricate rientra fra le azioni che puoi compiere per rendere la tua stampa ancora più responsabile.
    Acquistare nei negozi Eco Store ti consente di accedere a entrambe le possibilità:
    Cartucce e toner rigenerati >> risultato di un processo di rigenerazione attento e professionale che allunga la vita della cartuccia originale, perché riutilizza lo stesso involucro, ne rimanda lo smaltimento e quindi la dispersione nell’ambiente e soprattutto è garantito da Eco Store che sostituisce la vostra cartuccia in caso di mancato funzionamento.
    Cartucce ricaricate >> una volta esaurita la cartuccia originale, potrai ricaricarla e quindi riutilizzarla fino a 5 volte, grazie al Sistema Ink Evolution, una esclusiva europea di Eco Store.
    La tua cartuccia inkjet potrà essere ricaricata in pochi minuti portandola semplicemente in uno dei nostri punti vendita Eco Store che espongono la Targa Ink Specialist.
    Qualità, risparmio e rispetto per l’ambiente per una stampa responsabile a 360°.

  6. Digitalizzando
    Evita la stampa di documenti che possono essere archiviati in formato digitale.
    Fatture, documenti fiscali, esami ambulatoriali, bollette, per esempio, possono essere richiesti in versione digitale e ricevuti nella posta elettronica.

  7. Il colore dell’inchiostro
    Evita di utilizzare inchiostri fluorescenti o metallici, che contengono elementi potenzialmente pericolosi come bario, zinco e altri metalli pesanti.
    Quando puoi seleziona, dalle opzioni di stampa, la "scala di grigi”: nel caso di una stampante a colori il percorso è normalmente questo >> dalla finestra di stampa entra in Proprietà / Menù principale quindi vai su Qualità o Grafica e Seleziona “Scala grigi”.

  8. Stampa poco ma buono
    Revisiona il documento direttamente sul monitor il più possibile, fino ad arrivare alla stesura finale e procedendo solo allora alla stampa.
    Usa l’opzione “anteprima di stampa” per vedere come risulteranno le pagine sul foglio (che ha dimensioni diverse dal monitor): potrai così decidere cosa stampare esattamente.
    Se devi stampare più copie, stampa la prima, controllala molto attentamente e poi stampa le altre in modo da non dover ristampare nessuna pagina. Risparmierai inchiostro e carta.
    Se di un documento ti interessa solo il testo, evita di stampare anche immagini e grafica che sprecheranno una buona dose di inchiostro inutilmente.
    Se stampi direttamente dal web elimina le immagini e le pubblicità presenti nella pagina e controlla, sempre con l’anteprima di stampa, su quante pagine viene distribuito un documento: la pagina web è spesso molto più lunga di un foglio A4.

  9. Occhio alla bozza
    Per le stampe di prova ricordati di utilizzare il lato posteriore di fogli già utilizzati per altre stampe.
    Inoltre, visto che si tratta di documenti non definitivi, puoi impostare tranquillamente la modalità “bozza” (o draft), presente in tutte le stampanti e utile a non sprecare inchiostro in questa fase: basta cliccare su Proprietà della stampante, quindi su Qualità e selezionare il campo “Stampa Bozza”.
    Usala per tutte le prove intermedie prima di stampare definitivamente il tuo documento.

  10. Un font tutto ECO
    C’è infine un altro trucco che può aiutarti a mettere in atto una stampa responsabile:  l’utilizzo di un carattere "ecologico".
    Ebbene sì esiste anche questo: si chiama ecofont® e si può scaricare gratuitamente da Internet

    - Leggi le istruzioni per installare l'ecofont

    - DOWNLOAD ECOFONT

    Il carattere è molto leggibile e nella maggior parte dei casi va benissimo anche per le stampe finali. Inoltre garantisce un ridotto impiego dell’inchiostro fino al 20% rispetto ai caratteri pieni.
    Eco Store ha utilizzato questo font per racchiudere la sua nuovissima Ecopenna biodegradabile al 70%, scrivendo tutti i dettagli di presentazione con l’ecofont®.

    Ma se proprio non riesci o non vuoi o non puoi installare l’ecofont®, puoi sempre tenere conto di questa breve classifica stilata dalla University of Wisconsin, che mette in ordine i caratteri che consumano meno:
    1. Century Gothic
    2. (Ecofont)
    3. Times Roman
    4. Calibri
    5. Verdana

Non ti resta che stampare con coscienza e i tuoi documenti saranno il frutto di un processo responsabile, che forse non salverà il pianeta ma avrà compiuto un passo in una direzione più ECO.
Con i prodotti Eco Store puoi fare tutti i giorni qualcosa in più…

2008 – Eco Store srl tutti i diritti riservati -
I marchi citati appartengono ai legittimi proprietari.
Sede legale: Via Ripamonti 44 - 20141 Milano, Italia.
P.IVA 13277380153 - CF 13277380153
N° REA MI 1638882 - Capitale sociale € 400.000